Si muove qualcosa sui binari Alba-Bra

Il progetto del Sistema Ferroviario Metropolitano

Ogni abitante di Alba e dintorni che abbia mai preso un treno per Torino sa benissimo in che condizioni verte il servizio ferroviario.

La durata media di un viaggio per Torino è di un’ora e venti minuti (se si è molto ottimisti) e come minimo il viaggio richiede un cambio di treno alla stazione di Bra o a quella di Cavallermaggiore. Se si cambia a Cavallermaggiore allora la durata media diventa di un’ora e trenta minuti. Un’ ora e mezza per circa settanta chilometri di viaggio: una velocità media di 50 km/h. Se andiamo a Torino in groppa a un levriero risparmiamo tempo.

Ora qualcosa sembra muoversi nella grigia atmosfera dei trasporti ferroviari albesi: è infatti notizia recente che la Presidente della Regione Mercedes Bresso e il consigliere Mariano Rabino discuteranno il 13 febbraio prossimo del progetto di elettrificazione della tratta Alba – Bra. Insieme a loro discuteranno l’assessore regionale ai trasporti Daniele Borioli e i sindaci di Alba e Bra con i rispettivi assessori comunali interessati.

Il progetto dell’elettrificazione della tratta Alba – Bra è tutt’altro che irrisolvibile, come spiega Rabino: “Come per i 23 km della Casale – Vercelli, il progetto per  l’elettrificazione riguarderebbe una linea in pianura e senza opere d’arte di particolare importanza, fatti che consentirebbero la concretizzazione dell’intervento senza particolari criticità realizzative. Anche nel caso della Alba – Bra sarebbe necessaria la sottoscrizione di un’ intesa istituzionale tra Stato e Regione attraverso la quale verrebbero individuati i settori d’intervento da attuarsi mediante la stipula di un Accordo di Programma Quadro.”

L’elettrificazione della suddetta tratta ferroviaria unitamente con il progetto del cosiddetto “Sistema Ferroviario Metropolitano” consentirebbe ai due comuni una notevole agevolazione dei trasporti e dei collegamenti con tutto il Piemonte.

Per chi non lo sapesse infatti è previsto per fine 2012 l’inizio dei lavori per la creazione del Sistema Ferroviario Metropolitano del Piemonte, un sistema di 5 linee ferroviarie operanti su un raggio di circa 50 km intorno a Torino, tutte aventi come baricentro la nuova stazione di Porta Susa. Lungo queste tratte circoleranno 72 treni al giorno dalle 6 alle 22, con una cadenza di due treni all’ora. La tratta di maggior interesse per noi è sicuramente quella che porta da Bra a Ivrea, passando per Carmagnola, Torino e Chivasso.

L’elettrificazione e il SFM porterebbero a un notevole miglioramento dei trasporti Albesi e Braidesi, con treni per Torino ogni mezz’ora e una maggiore efficienza per i pendolari e per i turisti.

Rabino conclude dicendo che l’elettrificazione della tratta Alba – Bra è nel programma per la prossima legislatura Regionale. Speriamo quindi che non sia solo uno spot in vista delle elezioni di marzo e che vi sia un impegno reale per il miglioramento dei trasporti ferroviari. Impegno di cui non si è avuta traccia in questi cinque anni.

fonti:http://www.solotreni.net/engine/viewtopic.php?t=7204&postdays=0&postorder=asc&start=1335

http://www.grandain.com/informazione/dettaglio.asp?id=29290

Annunci