Internet nelle Langhe: Chiavetta o Wi-Fi?

Ammettiamolo: l’Italia, dal punto di vista dell’informatizzazione, è alquanto indietro. Nonostante i vari proclami e impegni dei diversi Governi locali e nazionali, da diversi anni non si vede nulla di nuovo e innovativo sul fronte tecnologico. Ricordate, ad esempio, le “tre I: informatica, inglese, impresa” del Governo Berlusconi nel 2001?  O il programma del Governo Prodi del 2006 che diceva testualmente “Ci impegneremo attraverso iniziative specifiche per la diffusione dei collegamenti a banda larga e di quelli senza fili.

Tante parole ma pochi interventi.

Prendendo spunto da numerose segnalazioni riguardanti la connettività nelle Langhe, ho deciso di “indagare” sulle effettive possibilità di connessione presenti e su quale tra esse sia più “conveniente”.

Sono pochi i paesi delle nostre colline che sono allacciati alla linea Adsl, tutti gli altri devono arrangiarsi con le alternative che passano in convento: connessione Wi-fi o connessione tramite le cosiddette “chiavette internet“.

Le chiavette internet, molto conosciute perché largamente sponsorizzate, sono forse l’alternativa più utilizzata: semplici da acquistare (basta recarsi in qualsiasi rivenditore e nel giro di qualche minuto è già utilizzabile), semplici da usare e molto comode. Ma sono davvero così efficienti e economiche? Il rapporto qualità prezzo è soddisfacente?

Molti utenti delle diverse compagnie che offrono questo servizio (Tim, Vodafone, Wind, Tre) lamentano una scarsa ricezione e difficoltà di connessione notevoli, soprattutto nei territori extraurbani (e le Langhe rientrano pienamente nella categoria). Inoltre alcuni gestori (Vodafone su tutti, ma altri) ad ogni tentativo di connessione detraggono alcuni minuti dal quantitativo di ore in cui è possibile navigare. Nelle nostre zone equivale a una condanna a morte.

Riguardo al prezzo, ogni gestore propone svariate scelte da scegliere in base a quanto si pensa di utilizzare il servizio: si va da un’ora al giorno, a cinque ore giornaliere, fino a offerte di traffico illimitato. Il prezzo medio è di circa 50 centesimi per ora di connessione, ma varia di molto per le diverse tariffe: quella che offre il prezzo più vantaggioso è Tre con un canone mensile di 19 Euro per 300 ore di navigazione, senza scatto di inizio connessione (però solo sotto copertura Tre, poco diffusa nelle nostre zone).  Tim offre uno sconto di benvenuto (10 Euro al mese anziché 19 per i primi 6 mesi per 100 ore di navigazione), Vodafone propone un’ offerta senza limiti di tempo a 15 Euro al mese per il 2010, stessa cosa propone Wind ma a 20 Euro mensili.

Sul fronte Wi-Fi, alcuni dei nostri comuni sono coperti da servizi erogati perlopiù da compagnie locali, che proprio per questo motivo non sono molto pubblicizzate e perciò ai più sconosciute. Solitamente il servizio è più “sicuro” e certamente la connessione meno precaria delle chiavette Internet, il che porta ad un rapporto qualità\prezzo leggermente migliore. Lo svantaggio principale sta nella difficoltà di utilizzo: mentre le chiavette sono utilizzabili da chiunque (basta inserirle e il più è fatto), l’installazione e il funzionamente di una connessione Wi-Fi richiede qualche conoscenza in più e non sempre il costo di installazione è compreso nel prezzo. Inoltre se la zona in cui siete è con basso segnale o se volete utilizzare la connessione con diversi dispositivi occorre munirsi di diversi aggeggi: antenna, router, switch e chi più ne ha più ne metta.

In conclusione, se dal punto di vista economico si potrebbe prediligere il Wi-Fi, dal punto di vista della praticità e comodità sono le chiavette internet a farla da padrone. Il mio consiglio è di provare qualche chiavetta con contratto a tempo (verificate che non ci siano vincoli di mantenimento del servizio) e verificare se la vostra zona è ben coperta o no. Altrimenti mettetevi in contatto con delle compagnie Wi-Fi della zona (basta fare una rapida ricerca in rete) e non dimenticate di chiedere il costo di installazione o, se siete fortunati conoscenti di qualche “esperto” informatico (e vostro nipote tredicenne che sta tutto il giorno su Facebook non lo è), chiedete delucidazioni sull’utilizzo e pregatelo di installarvi l’impianto, rimettendovi al suo buon cuore.

P.S. Non posso mettere i nomi delle compagnie Wi-Fi perché variano da paese a paese, ma se avete richieste personali lasciate il nome del vostro paese cercherò di accontentarvi.

Annunci

2 pensieri su “Internet nelle Langhe: Chiavetta o Wi-Fi?

  1. Caterina Fossati ha detto:

    Gentile Stefano,
    ho una casa a Bossolasco dove vorrei andare quest’estate e vorrei poter lavorare con internet, con la chiavetta mi è impossibile perchè troppo lenta. Cosa mi consiglia, non credo di avere proplemi per l’installazione wireless ma non riesco ad orientarmi con quale operatore fare un abbonamento. Mi hanno parlato di un wireless alta langa, fatto fare dal comune.. Lei ne sa qualcosa?
    La ringrazio fin d’ora per la sua attenzione e colgo l’occasione di inviarle i miei più distinti saluti
    Caterina Fossati

I commenti sono chiusi.