Le spese pazze della Regione Piemonte

Insediata da quasi sei mesi, la nuova Giunta Regionale non ha atteso nemmeno il tempo di prendere confidenza con la macchina burocratica della Regione Piemonte e si è subito messa al lavoro. Prima la finanziaria 2010, poi il piano lavoro, i fondi alle scuole ed infine il piano sanità: la Giunta Cota ha dimostrato di saper fare bene il proprio lavoro, a dispetto di chi ne voleva e vuole ancora oggi detronizzare il Presidente della Regione dal ruolo che legalmente gli spetta.

Oltre a questi grandi traguardi raggiunti, il Governo Piemotese si è reso protagonista di tante piccole spese che hanno contribuito all’avanzamento della nostra Regione che risulta ora una delle più fiorenti d’Italia. Vediamo alcuni di questi impegni assunti dalla Regione:

  • stampa di n. 3.500 agende-diario, n. 250 inserti indirizzario e n. 2.000 agendine tascabili del Consiglio regionale del Piemonte € 43.137,47
  • Attivazione caselle di posta certificata per i Consiglieri regionali e le strutture del Consiglio regionale € 8.520,00 (il sito del governo riporta: “la posta certificata è un servizio gratuito[..] i servizi a pagamento non sono ancora attivi”)
  • gestione del servizio fotocopie e duplicazione stampa dei Gruppi consiliari del Consiglio regionale  € 30.000,00
  • Noleggio, per mesi quarantotto, di una autovettura per il parco auto del Consiglio regionale € 35.000,00 (non conveniva comprarla??)
  • opuscolo informativo sulle Consulte € 4.200,00
  • Servizio di pulizia presso le sedi del Consiglio regionale del Piemonte e dei Gruppi consiliari euro 1.312.124,45
  • proseguimento del settimanale radiofonico € 38.832,00 + € 19.584,00
  • proseguimento settimanale televisivo € 50.659,20
  • Acquisto di parti di ricambio per printer di rete € 3.792,10
  • materiale promozionale da distribuire ai cittadini € 5.000,00
  • Fornitura e posa di tavolo riunioni su misura per allestimento sala multimediale €. 4.989,60
  • Gestione indirizzario della rivista “Notizie” € 4.000,00
  • stampa, cellofanatura e spedizione dell’Agenzia settimanale “Infor-mazioni” € 30.000,00

Senza contare i lavori di manutenzione per il balcone, il cancello, l’aria condizionata, i bagni, l’installazione di condizionatori e via dicendo..

Insomma il Governo della Regione non sta di certo con le mani in mano, come si evince da una famosa frase detta dal Presidente Cota abbandonando l’aula del Consiglio Regionale durante il question time: “Ora scusate ma io vado a lavorare.”

Annunci