Da ieri ad Alba la mostra personale di Battiato

Franco Battiato, Sufi, 1990 - 2000 olio su tela

Da sabato al primo novembre 2010, la chiesa di San Domenico ad Alba ospiterà la personale di Franco Battiato, dal titolo ‘Prove d’autore’. L’esposizione, curata da Elisa Gradi in collaborazione con Giuliano Allegri e Simone Sorini, promossa dal Comune di Alba e dalla Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, ripercorrerà la produzione di Battiato pittore dagli anni ’90 a oggi, attraverso 25 opere realizzate tra gli anni ’90 e oggi, tra cui il grande Trittico oltre a Gilgamesh, suo primo libro d’artista e il mediometraggio, di cui ha curato la regia, dedicato allo scrittore Gesualdo Bufalino, presentato alla mostra del Cinema di Venezia nel 2009.

“Una volta pensavo che la mia totale incapacità nel disegno dipendesse dalla mancanza di una naturale predisposizione – dichiara Battiato – come nel caso di uno stonato che non riesce ad emettere la stessa nota che ha in testa. Col tempo ho scoperto invece che avevo un’idea astratta, archetipa, dell’oggetto che osservavo; quello che mi mancava era la possibilità di coglierlo nella sua esatta forma. Per analizzare praticamente questo genere di chiusura, vent’anni fa iniziai a dipingere, per pura sfida: questa terapia riabilitativa mi sta privando di quel difetto. Ora posso dire, finalmente, che potrei cominciare a dipingere, e bene, anche se non so quando”.

Battiato è grande protagonista della Fiera di quest’anno dato che, oltre alla sua mostra, ha contribuito disegnando peronalmente il drappo del Palio degli asini che si correrà oggi pomeriggio.

Il percorso espositivo si snoda attraverso i nuclei concettuali della sua riflessione sull’arte: il tempo, la memoria, la storia, la bellezza, l’indagine di una figurazione che esplora l’invisibile.

Annunci