APPUNTAMENTO CON LO SPUMANTE “ALTA LANGA METODO CLASSICO” AL SALONE DEL GUSTO DI TORINO

Tra pochi giorni avrà inizio al Lingotto Fiere di Torino il Salone del Gusto, appuntamento biennale con le tipicità italiane e non solo.

 

A partire da giovedi’ 21 e fino a lunedi’ 25 Ottobre il Consorzio di Tutela Alta Langa Metodo Classico sarà presente a questo importante appuntamento con un proprio Stand istituzionale, collocato nel

 

Padiglione 2 postazione M 053

 

Presso l’Area Consortile, sarà possibile degustare il Re degli spumanti piemontesi metodo classico per poter capire ed apprezzare le caratteristiche organolettiche, il territorio e contribuire alla diffusione della conoscenza dello spumante metodo classico orgoglio dell’enologia Piemontese; in attesa del prestigioso riconoscimento DOCG di cu si potrà fregiare l’Alta Langa metodo classico a partire dalla vendemmia 2011.

 

 

 

 

 

 

L’Alta Langa DOC

L’ambizioso progetto Alta Langa ha origini molto lontane: già dall’inizio dell’800 cominciava, sul mondo enologico piemontese, una curiosa voglia di produrre spumanti seguendo le esperienze di successo dei cugini d’oltralpe: grazie alla contiguità territoriale con le prestigiose zone di Borgogna e dello Champagne c’era una certa familiarità tra i rispettivi prodotti vinicoli. Fu proprio grazie all’ unione tra case storiche spumantiere e viticultori che, agli inizi del ‘900 prende il via l’idea del “Progetto Alta Langa”. E’il 5 Marzo 1990 la data in cui si è ufficializzata la produzione dello “spumante metodo classico Alta Langa”: presso la Camera di Commercio di Asti sette case spumantiere storiche presentano ai rappresentanti dei viticoltori ed all’Assessore Agricoltura delle Ragione Piemonte la loro proposta. Da allora, grazie alla proficua collaborazione tra industria e compagine agricola, l’Alta Langa metodo classico ne ha fatta di strada: nel 2002 ha ottenuto il riconoscimento della Denominazione di origine controllata ed ora sono in corso le pratiche per il passaggio alla Denominazione di Origine Controllata e Garantita per la vendemmia 2010. Oggi le case spumantiere sono diventate nove: Bera Valter, Cocchi Giulio Spumanti, Fontanafredda, F.lli Gancia, Germano Ettore, Giovanni Bosca Tosti, Martini & Rossi, Sella & Mosca e Vigne Regali.

Prodotto derivante da uve Pinot Nero e Chardonnay, può essere solo millesimato e coltivato in colline sopra i 250 mslm, possiede notevole ampiezza dei profumi e complessità: caratteristiche che si sviluppano grazie alla fermentazione che avviene per non meno di trenta mesi in bottiglia. Spumante estremamente raffinato, l’Alta Langa metodo classico è un vino che bene si adatta a molteplici occasioni: può accompagnare tutta la durata del pasto. Si può oggi degustare nella versione brut, rosè e ne vengo prodotte anche delle riserve più invecchiate solo nelle migliori annate

Alta Langa è il frutto dell’estremo rigore di coltivazione e produzione parte dal suo territorio d’origine e si propone di avere sempre più successo in Italia ed all’estero grazie alla sue elevata qualità e produzione limitata a 50 ettari.

Annunci