Prima volta per il Linux Day a Bra

Buona la prima per il Linux day a Bra. In occasione dell’evento che ha coinvolto un centinaio di città italiane, promosso dal Linux user group di Alba, Bra e Carmagnola in collaborazione con l’amministrazione comunale, una quarantina di interessati partecipanti hanno preso parte alla prima riunione sotto la Zizzola del momento che fa il punto sullo stato di attuazione dei software open source. Ad introdurre l’incontro, l’assessore comunale ai servizi in concessione, Alberto Rizzo, che ha sottolineato come la prospettiva dell’open source debba essere sempre più tenuta in considerazione da parte delle pubbliche amministrazioni, per i vantaggi che possono essere ottenuti in termini di risparmio di spesa e maggiore funzionalità della gestione dati.

Introdotti da Onofrio Defina, presidente di Assoblu, e coordinati da Diego Gosmar, dell’associazione nazionale Linux, nel corso della giornata sono stati affrontate le diverse tematiche connesse all’utilizzo dei software a sorgente aperta sia in ambito professionale sia privato, con particolare attenzione alle esigenze del mondo della scuola, cui erano indirizzate nello specifico le attività dell’edizione 2010 del “Linux day”. L’incontro si è svolto all’interno del centro di aggregazione giovanile di via Brizio ed ha permesso anche di illustrare il sistema di connettività pubblica con il sistema wifi attivato da tempo a Bra e le applicazioni open utilizzate all’interno degli uffici comunali.

Annunci