BUONA LA GESTIONE DEI RIFIUTI DEI COMUNI PIEMONTESI NEL 2009

I risultati ottenuti nel 2009 in Piemonte in materia di gestione dei rifiuti sono quasi tutti positivi. E’
questo il quadro che si evince dal dossier Comuni Ricicloni Regione Piemonte 2010, presentato
il 22 Novembre  a Torino.
I risultati del 2009 testimoniano il raggiungimento degli obiettivi di legge del 45% di raccolta
differenziata da parte di tutte le province piemontesi, tranne che da Vercelli. Inoltre la produzione
annuale pro capite è in leggera diminuzione (-0,8%).
Il vincitore assoluto della classifica dei comuni ricicloni piemontesi è Barone Canavese (To),
seguito a ruota da Castagnole delle Lanze (At), Salassa (To) e Orio Canavese (To) a parimerito.
Tra i Capoluoghi di Provincia vince Novara mentre tra i comuni sopra i 10.000 abitanti ancora una
volta si aggiudica il primo posto sul podio il comune di Piossasco. Tra i consorzi, vince il Chierese
– C.C.S. seguito da CO.VA.R 14 e dall’ ASTIGIANO – C.B.R.A.

Discreti risultati per il consorzio Albese Braidese CO.A.B.SE.R che si piazza al 18 posto sui 22 consorzi piemontesi (subito davanti al consorzio Cuneese): i 55 comuni facenti parte del consorzio hanno totalizzato un indice di buona gestione (calcolato a partire da 20 parametri) di 46,34 con una percentuale di raccolta differenziata del 52,7% e una produzione pro capite di rifiuti totali di 1,54 Kg/ab/g, la seconda più alta del Piemonte.

Nel corso del 2009 sono state prodotte circa 2.235.000 tonnellate di rifiuti urbani, dei quali quasi
1,1 milioni di tonnellate sono state raccolte in modo differenziato e destinate al riutilizzo, al
riciclaggio e al recupero. In termini assoluti rispetto al 2008 la produzione complessiva risulta in
lieve flessione (-0,8): i rifiuti avviati a smaltimento si sono ridotti di circa 36.000 t (-3,1%),
attestandosi a circa 1.126.000 t mentre la raccolta differenziata ha avuto un incremento di poco
inferiore alle 19.000 t (+1,7%) attestandosi a circa 1.109.000 t.

Annunci