Slow Wine 2011 si presenta ad Alba

Ad Alba sabato dalle ore 15.00 al Palazzo Mostre e Congressi di Alba si avrà l’occasione unica di degustare i vini che hanno ottenuto importanti riconoscimenti, come Grande Vino e Vino Quotidiano, e di quelli appartenenti alle cantine che hanno ottenuto la Bottiglia e la Moneta da Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. La presentazione di Slow Wine 2011 sarà affidata agli interventi di Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia, il curatore della guida Giancarlo Gariglio, e Davide Panzieri, responsabile per il Piemonte della guida.

Giancarlo Gariglio: «Il Nord Ovest racchiude alcuni degli esempi più preziosi di viticoltura del nostro Paese. Qui risiede la più pura tradizione dei vigneron italiani. La produzione in gran parte è in mano ad aziende di piccole dimensioni, che coltivano direttamente il proprio terreno e seguono in prima persona le vinificazioni. Si va dai vigneti di montagna della Valle d’Aosta, una regione che in questi ultimi anni è passata da zona marginale di produzione a una delle mete enologiche più in voga e alla moda. Il Piemonte si conferma su Slow Wine come la terra d’elezione dei più grandi rossi italiani. La sua supremazia nazionale non viene scalfita, anzi si conferma con forza. Infine, la Liguria con i suoi vigneti terrazzati strappati alle colline e alle montagne che si tuffano nel mare: assoluto protagonista il Vermentino e i bianchi minerali delle Cinque Terre»

Annunci