In attesa dell’ 8 dicembre con la presentazione del nuovo Moscato d’Asti..

Sono arrivati alla sede del Cepam da ogni parte dei 53 Comuni della zona i lavori
scolastici sul moscato d’asti e sull’asti spumante per la manifestazione dell’8
dicembre che si terrà presso il centro sociale di Santo Stefano Belbo.

Oltre 500 ragazzi delle scuole materne, elementari e medie hanno creduto nel
progetto ideato e voluto dal Cepam del prof. Luigi Gatti che da quest’anno si è
avvalso della collaborazione dei tre settori del CTM- Coordinamento terre del Moscato.

Il primo gruppo denominato “Maestri di tradizioni” coordinato dall’avvocato nicese
Giovanna Balestrino si è assunto il compito di andare nelle scuole a parlare di tradizioni
e a spiegare la storia del moscato.

Mercoledì pomeriggio entreranno in funzione i restanti due gruppi. Gli “Ambasciatori del
Moscato” diretti dalla santostefanese Marinella Barbero avranno il compito di far de=
gustare il nuovo Moscato d’Asti che il settore dei “Promotori del territorio” coordinato
da Gianluca Balbo ha provveduto a raccogliere presso i tanti piccoli produttori di
Moscato d’Asti.

Oltre cinquanta sono i produttori di Moscato d’Asti che hanno accettato di presentare
al pubblico il nuovo Moscato d’Asti vendemmia 2010, ma anche molte aziende vinicole
hanno voluto essere presenti a questa manifestazione che tutti gli anni riceve sempre
più consensi:Abbazia di San Gaudenzio, F.lli Santero, Cantine Capetta, Ariano & Ariano,
Martini e Rossi. Inoltre hanno dato la loro adesione facendo pervenire al Cepam i loro
prodotti gran parte delle Cantine sociali del territorio.

L’8 dicembre : una giornata all’insegna della cultura con i lavori scolastici, ma anche
del’economia con la presentazione del nuovo Moscato d’Asti e dell’Asti Spumante.

E tanto per iniziare alle ore 10 l’attesissimo dibattito su “Il moscato d’Asti e l’Asti
Spumante: ieri, oggi e domani?….”

Giovanni Bosco
presidente CTM

Annunci