Addio Rabino addio..

siccome è uscito qualcosa sul Corriere della Sera…ebbene sì sto facendo le valigie dal Pd…non intendo rinnovare l’iscrizione e la prossima settimana rassegnerò le dimissioni da vicesegretario regionale…da mesi non mi riconosco più nel profilo
e nella azione del Partito Democratico…grazie a tutti quelli che hanno lavorato con me…, a quelli che mi hanno sopportato, e in bocca al lupo a chi ancora ci crede!

Con queste parole scritte sabato scorso sulla sua pagina di Facebook l’esponente albese e vicesegretario regionale del Partito Democratico Mariano Rabino lascia ufficialmente il Partito.

Alla notizia sono seguite subito numerose richieste di spiegazioni e di ripensamento: “non sono d’accordo che i migliori se ne vadano, se si deve combattere contro un certo andazzo si può farlo solo rimanendo al proprio posto, se nel partito qualcuno ti ha votato è perchè ha fiducia in te, non mollare per favore”, “Ti esorto anch’io a ripensarci..al di là di ogni divergenza nel merito dell’analisi della situazione attuale del PD…un partito che dobbiamo smettere di guardare dall’alto ( da Roma o Torino) e costruire invece dal basso” “Mi spiace, stai facendo un grosso errore!!!!” sono alcuni dei commenti ricevuti dall'(ex) esponente del PD.

Dall’altra parte vi sono state anche delle voci di consenso con la decisione di Rabino, soprattutto da chi guarda la situazione del partito “dall’esterno”: “Ce ne hai messo a uscire da sto PD…”, “Bravo Mariano. Era ora. Il PD e’ stata per me la più cocente delusione politica: mai una speranza e’ stata stravolta, trasformata e delusa in così poco tempo.”.

Annunci